Insidie velenose

Dopo aver scritto l’articolo sulle piante nemiche dei furetti (qui), ho pensato che ci sono anche altre insidie velenose nelle nostre case, dai cibi ai prodotti per la pulizia, alle medicine, che potrebbero far male ai nostri furetti, alcune di cui siamo al corrente per l’ovvietà del pericolo e altre di cui magari non siamo consapevoli. Non essendo esperta in materia ho ritenuto di condividere le informazioni trovate in un interessante articolo della dott.ssa S. Vanderlip (DMV) che prende in esame i pericoli delle sostanze tossiche, articolo che intendo liberamente tradurre (il testo originale lo trovate al link indicato più sotto).

I furetti sono curiosi, agili, veloci e non hanno paura di nulla: queste sono le caratteristiche che i proprietari adorano, ma che rendono difficile l’impresa di far sì che siano sempre al sicuro, soprattutto dagli avvelenamenti accidentali. I furetti sono anche degli esploratori nati e facilmente si cacciano nei guai raggiungendo luoghi della casa, del giardino o del garage che sono potenzialmente pieni di cose altamente tossiche se ingerite, visto che “assaggiano” qualunque oggetto sia a portata della loro bocca, o che potrebbero depositarsi sul loro pelo e non essere facilmente tolte neanche con un bagnetto.

Gli avvelenamenti nei furetti sono difficili da trattare e spesso finiscono con la morte: la prevenzione è il migliore, e solo, modo di proteggerli. Esaminiamo, dunque, le sostanze tossiche che provvederemo a togliere dal campo d’azione dei nostri furetti.

MEDICINE DESTINATE ALL’UOMO

La principale causa di avvelenamento è l’ingestione di medicine ad uso umano, più frequentemente l’acetaminofene o paracetamolo, farmaco ad azione analgesica, e l’ibuprofene, farmaco antinfiammatorio non steroideo (FANS). Molte medicine vengono espulse dal fegato attraverso enzimi particolari e gli studi hanno dimostrato che i furetti espellono molto lentamente dal loro corpo i composti fenolici, come l’acetaminofene. Gli effetti mortali dell’assunzione di questi medicinali nei furetti sono dovuti a una combinazione di diversi fattori: gli enzimi interessati, il metabolismo lento nell’espulsione delle sostanze dal corpo, l’alta concentrazione del principio attivo nella compressa rispetto alla dimensione del furetto. Inoltre, gli studi hanno dimostrato che queste medicine, pur essendo tossiche sia per i maschi che per le femmine, queste ultime risultavano più sensibili.

Altre medicine ad uso umano tossiche per i furetti sono i farmaci contro il raffreddore, gli anti-depressivi e gli integratori alimentari. E’ probabile che qualsiasi farmaco prescritto per noi sia pericoloso per i furetti.

Dunque, visto che i furetti amano curiosare all’interno di borse, tasche, portamonete, cestini dell’immondizia, cassetti, armadi, dentro e sotto i mobili e che tutte le pillole sciolte, tubetti di pomata, flaconi, bottiglie o contenitori cadute sul pavimento o trovate nei cassetti possono rapidamente diventare preda di un furetto, faremo attenzione a non lasciare in giro nessun farmaco.

MEDICINE DESTINATE AGLI ALTRI ANIMALI

Molti casi di avvelenamento nei furetti sono dovuti all’ingestione di farmaci destinati ad altre specie animali, essendo parecchi di essi tossici per i furetti. Fate in modo che i furetti non possano accedere ai luoghi dove li conservate e chiedete sempre al vostro veterinario prima di somministrare alcun farmaco.

INSETTICIDI E PESTICIDI

Gli insetticidi e i pesticidi sono un’altra importante causa di avvelenamento nei furetti. Sono inclusi le esce per le formiche; gli spray contro le formiche, gli scarafaggi, le vespe, le mosche e i ragni; le esche per le lumache e qualsiasi altro tipo di prodotto destinato ad uccidere parassiti. E’ importante non spruzzare mai alcuno di questi prodotti vicino ai luoghi dove i furetti mangiano e bevono, giocano o dormono. La tossicità di molti dei pesticidi e insetticidi è dovuta all’uso improprio, o all’uso eccessivo. Attenzione anche agli antiparassitari (anti pulci e anti zecche), soprattutto se sono destinati ai cani. Consultate il veterinario per farvi consigliare il prodotto adatto per i furetti.

CIBI 

Persino i cibi possono diventare pericolosi per i nostri furetti e causare avvelenamenti. La caffeina può essere tossica, così assicuratevi che i furetti non possano raggiungere il cestino della spazzatura dove potrebbero trovare i fondi del caffè o le bustine di te usate. La cioccolata contiene teobromina, una metilxantina simile alla caffeina, anch’essa possibilmente tossica per i furetti. Lo xilitolo (additivo alimentare identificato con il numero E967), un dolcificante artificiale contenuto nei chewing gum e nelle caramelle, provoca un calo degli zuccheri nel sangue che può portare a una morte rapida in alcuni animali. Uva e uvetta sono potenzialmente velenose per i furetti e possono causare gravi danni ai reni. Le cipolle e l’erba cipollina sono anche potenzialmente tossiche e possono danneggiare le cellule del sangue. Le noci di Macadamia sono velenose per alcune specie animali e, fino a prova contraria, devono essere considerate pericolose anche per i furetti.

La cosa più saggia da fare nel dubbio è evitare di dare ai furetti cibi non strettamente indicati per carnivori (vedere l’articolo in alimentazione).

PRODOTTI CHIMICI

I furetti che hanno accesso a giardini, cortili, garage e cantine sono anche a rischio avvelenamento da prodotti chimici. Vi si possono trovare infatti innumerevoli prodotti altamente tossici, quali vernici, diluenti, solventi, colle, prodotti chimici per le piscine, prodotti a base di petrolio, alcol, candeggina, prodotti per la pulizia dei mobili, batterie e altri detergenti. I detergenti che contengono fenoli (derivati dagli idrocarburi) o composti fenolici sono particolarmente tossici per i furetti e quindi è sconsigliato il loro uso per pulire le gabbie e gli ambienti in cui vivono, quindi attenzione alle etichette. Gli animali, e quindi anche i furetti, sono attratti dal sapore dolce dell’antigelo ma anche qualche piccola goccia leccata dal pavimento può causare danni irreversibili ai reni e morte.

Quando i furetti sono portati a passeggiare all’aperto, bisogna prestare attenzione che il luogo scelto per la passeggiata non sia stato trattato con fertilizzanti, che non ci siano esche per topi (inteso come veleno per roditori). Le fave di cacao, utilizzate come fertilizzante nel pacciame, sono particolarmente pericolose perché odorano di cioccolato, risultando molto attraenti da assaggiare, ma sono altrettanto mortali.

ALTRE SOSTANZE

Ci sono alcuni metalli presenti in oggetti di uso quotidiano che risultano tossici, quali lo zinco,  il nichel, il piombo. Alcune monete contengono zinco (pennies statunitensi) e nichel (euro), quindi è importante verificare che non ce ne siano sparse per casa, cadute dal portamonete, o nelle tasche.

Se si è fumatori, è importante tenere le sigarette, i mozziconi e il portacenere assolutamente fuori della portata dei furetti in quanto la nicotina è tossica per i furetti.

CHECKLIST PER LA SICUREZZA

Ora che sapete le principali cause di avvelenamento, controllate la vostra casa per rimuovere tutti i potenziali rischi seguendo questi consigli:

  1. sorvegliate sempre i vostri furetti quando sono liberi in casa
  2. assicuratevi che l’area gioco sia sicura e priva di pericoli
  3. bloccate le possibili vie di fuga
  4. chiudete le porte dei luoghi in cui conservate le sostanze pericolose (garage o cantine)
  5. controllate che sul pavimento o dentro i mobili non ci siano oggetti che i furetti possano ingoiare
  6. usate chiusure di sicurezza per gli armadietti (dei medicinali o dei detergenti)
  7. posizionate piante, cestini dell’immondizia, contenitori vari e borse fuori dalla portata dei vostri furetti
  8. nascondete zaini e borsette in cui i furetti potrebbero trovare monete, medicine, sigarette, fiammiferi, gomme da masticare, caramelle, cioccolatini, inchiostro, profumi e cosmetici.

Se pensate che il vostro furetto abbia ingerito qualcosa di tossico, ma non ne siete sicuri, non esitate a portarlo dal vostro veterinario. Prima viene diagnosticato e curato l’avvelenamento, maggiori sono le possibilità di sopravvivenza. E’ meglio andare dal veterinario per niente, piuttosto che aspettare e scoprire che è troppo tardi.

http://www.smallanimalchannel.com/ferrets/ferret-health/poison-prevention.aspx

By UnFurettoInFamiglia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...